Canne, perché il cervello va in fumo: Focus intervista SITOX

La Società Italiana di Tossicologia (SITOX) a Focus: la Cannabis che viene spacciata oggi è molto più potente di quella che si trovava dieci anni fa. Chi ne fa le spese? In primis, gli adolescenti, perché il loro cervello è in crescita e quindi assorbe le sostanze tossiche come una spugna, rispetto a quello degli adulti. Quindi, esattamente, perché Cannbis e Hashish fanno male? L’articolo di Elena Meli su Focus Extra è estremamente esaustivo nelle motivazioni scientifiche. 

Vi proponiamo il servizio che Focus Extra ha realizzato con il contributo scientifico e il parere degli sperti della Società Italiana di Tossicologia (SITOX), con l’intermediazione dell’ufficio stampa di DNA Media Lab.

La notizia, nota da ormai qualche anno, è purtroppo la stessa. Un motivo in più per ripetere l’allarme: le concentrazioni di THC, il principio attivo della Cannabis (o Hashish), sono sempre maggiori, nella droga che può essere acquistata per strada o su internet.

Mentre sino a dieci anni fa la concentrazione poteva arrivare attorno al 10%, adesso arriva anche al 30%. Ciò significa danni acuti e cronici più gravi.

A soffrire di più delle conseguenze dell’assunzione dei cannabinoidi sono gli adolescenti, perché il loro cervello è ancora in crescita. Ciò espone il ragazzo a tutta una serie di rischi, tra i quali, esordio di psicosi e schizofrenia, incapacità di concentrarsi e prendere decisioni.

 Vai all’articolo di Focus: Articolo

    Lascia il tuo commento qui