Comunicazione medica e scientifica per aziende

Porta la tua azienda in rete, sui quotidiani, in radio e in tv

Un ponte tra il laboratorio e i mass media

Porta la tua azienda in rete, sui quotidiani, in radio e in tv

Per trasformare la conoscenza in educazione e servizi

Porta la tua azienda in rete, sui quotidiani, in radio e in tv

Dall'Accademia alla società civile

Chi siamo.

Non facciamo scienza della comunicazione, ma comunicazione della scienza. Non siamo nemmeno una agenzia di marketing, ma ci occupiamo di una cosa sola, al top: giornalismo medico e scientifico.

Sei una società scientifica, una associazione di pazienti, una onlus o una azienda tradizionale che si occupa di salute e ricerca e vorresti avere presenzaautorevolezza sui mass media e in rete?

Sei nel posto giusto. Siamo un ufficio stampa con una solida rete di relazioni costruita, negli anni, con i professionisti del giornalismo e una grande consapevolezza delle dinamiche di settore.

Utilizziamo il nostro know-how per accrescere la visibilità e la reputazione di soggetti che fanno ricerca scientifica, informazione sanitaria e creano sapere.

Studiamo strategie che permettono ai nostri partner di essere presenti su quotidiani, radio e Tv, e new media come social e web, per amplificarne la presenza mediatica e rafforzarne l’immagine pubblica.

Siamo giornalisti, laureati e dottori di ricerca in materie scientifiche e mediche, che lavorano in tutta Italia.

Fondatore e amministratore di DNA Media Lab è Marco Pivato.

Perché investire in comunicazione della scienza

Colmare il divario.

Se lavori nel mondo della sanità, probabilmente, conosci i dati riportati qui sotto, e sai quanto sia difficile essere presente sui mass media e credibile verso il pubblico, costruire una reputazione e attrarre fondi.

La colpa però non è né dei mass media, né del pubblico né delle fonti imprecise, sbagliate o ingannevoli: se tu, che sei competente, non diventi visibile gli esperti risulteranno sempre gli altri.

Per le leggi della comunicazione, infatti, le persone di riferimento nel tuo settore non sono i più preparati, ma chi è più presente sui media, perché è così che viene percepito. E puoi essere certo che se il soggetto competente (ovvero tu) non è presente, c’è sempre qualcun altro, al suo posto, felice di fare disinformazione: te li ricordi Wanna Marchi o Davide Vannoni (Stamina)?

Per fare informazione scientifica, occupando lo spazio naturale che ti spetta, è dunque necessario colmare il divario tra i centri del sapere, i media e il pubblico. Vuoi saperne come? Leggi questo articolo.

L'85% dei pazienti, in tutto il mondo (il 94% in Italia), utilizza internet come fonte di informazioni sulla propria salute.

Solo il 26% dei pazienti italiani che dichiara di cercare informazioni sanitarie su internet ne parla anche con il proprio medico.

Internet, TV e opinion leader scavalcano lo specialista per cinque italiani su dieci in cerca di informazioni mediche e scientifiche.

Il 17% dei cittadini si affida ancora all'omeopatia, mentre il 38% dei genitori ha paura dei vaccini e il 28% li ritiene solo un business.

Per alcuni il virus HIV è una invenzione, le malattie derivano dall’agire contro l’universo, "naturale" è sinonimo di sano e "chimico" di veleno.

come lavoriamo

Strumenti.

Costruire una reputazione, rivoluzionando la presenza mediatica: Ufficio Stampa, Web Journalism e Service Editoriale sono gli strumenti indispensabili a questa operazione.

Ufficio Stampa

Porta la tua azienda sui quotidiani, in radio e in tv.

Approfondisci

Web Journalism

Campagne stampa via social media e siti web.

Approfondisci

Service Editoriale

Foto e brochure per la divulgazione scientifica.

Approfondisci

Con l'opinione pubblica a favore, non puoi sbagliare.
Con l'opinione pubblica contraria, nulla ti riuscirà bene.

Abraham Lincoln.

Alcuni progetti che abbiamo realizzato

Portfolio.

Giornata Mondiale contro Alzheimer: SKY intervista SIF

Campagne stampa, Società Italiana di Farmacologia

Sperimentazione animale: lettera di FISV a Le Scienze

Campagne stampa, Federazione Italiana Scienze della Vita

A funghi (e mangiarli) in sicurezza: i consigli dei tossicologi a BluRadio

Campagne stampa, Società Italiana di Tossicologia

J&J condannata per epidemia dipendenza oppiacei USA. Intervista di SIF a Radio Popolare

Campagne stampa, Società Italiana di Farmacologia

Canne, il cervello in fumo: Focus intervista SITOX

Campagne stampa, Società Italiana di Tossicologia

Sperimentazione animale, gli argomenti della comunità scientifica

Campagne stampa, Società Italiana di Farmacologia, Società Italiana di Tossicologia

Ogm o Bio? Le opportunità della scienza, oltre le fake news

Campagne stampa, Federazione Italiana Scienze della Vita

FISV – Intervento al Senato della Repubblica

Federazione Italiana Scienze della Vita, Servizi fotografici

Con chi abbiamo lavorato.

Collaborazioni.

Giornata mondiale contro l’Alzheimer, ricerca: risultati deludenti e le aziende disinvestono. Il parere dei farmacologi italiani

L’Alzheimer, come le altre demenze, è un processo degenerativo che colpisce le cellule cerebrali provocando una progressiva alterazione di alcune funzioni. Memoria, pensiero e linguaggio si modificano arrivando a cambiare il comportamento della persona, il suo orientamento e la sua stessa identi...

Leggi

Tutto quello che c’è da sapere sulla sperimentazione animale: perché si pratica ancora?

Il caso del ricercatore dell’Università di Torino Marco Tamietto, minacciato di morte, riapre la questione: a cosa servono, davvero, gli esperimenti sugli animali, come vengono trattati, quali sono le leggi, i costi, gli obblighi. E quali sono i limiti, invece, dell’altra ricerca, quella che st...

Leggi

J&J condannata per epidemia dipendenza oppiacei USA. Intervista di SIF a Radio Popolare

Johnson&Johnson: la multinazionale condannata a pagare per la “epidemia” USA di dipendenti da oppiacei. A Radio Popolare, il commento del Prof. Guido Mannaioni (Università degli Studi di Firenze e Società Italiana di Farmacologia), realizzata con la mediazione dell’Ufficio Stampa di ...

Leggi

Smog: potrebbe aumentare il rischio di depressione e schizofrenia

La qualità di vita e la salute dipendono fortemente dall’inquinamento. La notizia sembrerebbe ovvia, ma uno studio aggiunge qualcosa in più: depressione, schizofrenia e disturbi della personalità sarebbero particolarmente influenzati dalla qualità dell’aria. (Comunicato ANSA) L’...

Leggi

SCIENZA, SALUTE & SOCIETÀ

Giornale.

In questo spazio parliamo di comunicazione della scienza e della salute e raccontiamo la vita pubblica delle aziende che collaborano con noi: le campagne stampa, i documenti, i pareri degli esperti, gli eventi e tutti gli altri progetti che realizziamo insieme.

COME TROVARCI

Contatti.

Compila il modulo qui a fianco e chiedici informazioni senza impegno. Ti risponderemo al più presto.